HOME - ENAMA
Cereali
Frumento ENAMA
Orzo ENAMA
Avena ENAMA
Mais da granella ENAMA

Leguminose da granella
Soia ENAMA
Favino ENAMA
Fagiolo ENAMA
Pisello ENAMA
Cece ENAMA

Culture industriali
Barbabietola da zucchero ENAMA
Pomodoro da industria ENAMA
Canapa ENAMA
Colza ENAMA
Girasole ENAMA

Ortive
Patata ENAMA
Pomodoro ENAMA
Spinacio ENAMA
Carciofo ENAMA
Fragola ENAMA

Arboree
Olivo ENAMA
Vite ENAMA
Melo ENAMA
Pero ENAMA
Pesco ENAMA
Nocciolo ENAMA

Piante officinali

Foraggi

Mietitrebbiatrici

Mietitrebbiatrice

Descrizione
La mietitrebbiatrice è la macchina semovente a cantieri riuniti che svolge il lavoro di mietitura, trebbiatura, pulizia ed immagazzinamento temporaneo del seme e spesso la trinciatura dei residui colturali.

Viene utilizzata per la raccolta del frumento, riso, orzo, sorgo, mais, avena, segale, farro, leguminose da granella, girasole etc.

Macchina di elevata complessità, la mietitrebbiatrice viene equipaggiata con accessori specifici in relazione alla coltura, al periodo stagionale ed alla giacitura del terreno in cui si trova ad operare. Tra questi ricordiamo le barre di taglio specifiche per la coltura trattata (barre flessibili per soia, barre con emungitori per mais, barre per girasole etc.), gli organi di trazione (cingolature per risaia).

Per l’impiego in ambiente collinare si sono diffuse le mietitrebbiatrici autolivellanti che mantengono in posizione orizzontale il telaio della macchina per consentire il corretto funzionamento dei vari organi.

Commento
In generale, compatibilmente ai limiti imposti dalle caratteristiche dell’appezzamento coltivato, si consiglia l’impiego di macchine equipaggiate con pneumatici di larga sezione e con barre di taglio ampie, allo scopo di ridurre il numero di passaggi sul terreno e la sua compattazione.

Qualora non ci siano esigenze finalizzate all’uso della paglia di cereali in zootecnia, è consigliabile equipaggiare la mietitrebbiatrice con l’accessorio trinciapaglia per rilasciare sul terreno i residui colturali già sminuzzati e pronti per il successivo interramento.

Trattandosi di macchine di costo elevato, spesso si fa ricorso al loro noleggio presso un contoterzista.

Per l’impiego in agricoltura biologica si raccomanda di eseguire un’accurata pulizia di tutti i punti della macchina nei quali potrebbe essere rimasto un residuo della coltura raccolta in precedenza.

Nell’uso di queste macchine è opportuno impostare una corretta regolazione degli organi di taglio e di separazione della granella allo scopo di ridurre al minimo le lesioni al seme che potrebbero creare problemi di conservazione.

Indietro